venerdì 16 novembre 2018

Pensieri vintage...photo :D

Ciao Erni... in questi giorni sto cercando di tornare attiva con le mie creazioni.

Ho ripreso in mano i colori, le carte, timbri e fustelle e sto pasticciando e buttando via tante tante prove perchè non mi soddisfano mai.

Come ormai ben sai colorare è la cosa che più mi piace fare, ma finisco sempre per colorare e poi lasciar lì... pure Davide l'altro giorno mi ha detto colori e colori ma poi non te ne fai niente.

Intanto mi sono messa a fare le cose che non faccio mai: colorare con il vintage photo o il no-line. Per tutte queste prove ho usato una carta acquarello pessima... ma talmente pessima... che ogni tanto mi stupisco da sola delle cose che compro :D e questa è un'altra sfida... acquerellare con quella carta lì.

Quello che la colorazione con i Distress ha bisogno è solo tanta pazienza. Se si vogliono fare le cose per bene con questi colori non si può sperare che in 5 minuti il nostro timbro sia bello pronto. Il disegno si deve asciugare, si devono aggiungere lentamente strati e strati di colore... insomma c'è bisogno di tempo!
Ed è così che in questi giorni ho sconfitto la mia antipatia per il vintage photo. Il re-ink di questo colore per me è talmente ostico che finisce che non lo uso mai. Questo perché il vintage photo è molto carico ed essendo liquidino stai un attimo a creare una macchia di cui non riesci più a liberartene.
Quindi bisogna armarsi di pazienza. Se non si asciuga bene il colore si diffonde nelle zone adiacenti come ragnatela.

Ho preparato questa card con la Tilda colorata con il vintage photo e tanta pazienza. Sfidando il tutto per tutto ho usato carta kraft che è un'altra cosa che di solito non uso.


Questa card è stato il mio pensiero gentile per il compleanno di una mia amica che è proprio oggi!! Gliel'ho consegnata questa mattina, quindi ora posso mostrare la mia card a tutto il web :)
Ho approfittato anche per partecipare a un contest sul gruppo facebook Cardmaking Italia,  #challengeyourself , che è cascato proprio giusto giusto perchè il tema è proprio la propria fobia creativa.


mercoledì 17 ottobre 2018

... e falli due fiori!!! I miei centrotavola...

Ciao Erni... oggi sono qui per mostrarti i miei centrotavola.

Come ti ho anticipato l'altro giorno, mi sono intestardita a voler fare tutto... ma proprio tutto da me!!!

I fiori sono stati molto impegnativi... ma mi hanno dato tanta soddisfazione!!!

Adesso che ho iniziato non smetto più... non solo perchè ho comprato materiale per il resto della mia vita ma perchè sono proprio belli e si può fare di tutto!!!

Tutto quanto è nato quando ho visto un fiorellino a 5 punte sul web e da lì mi si è aperto un mondo!!!!

Ho deciso di fare questo fiore che sinceramente non so cosa sia, delle rose e qualche iris tutti usando della stoffa... o meglio la calza per fiori che assomiglia molto ai collant.

E' stato difficile reperire il quantitativo necessario e ho dovuto farmi spedire tutto dall'estero e quando il paccone di tranci nylon è arrivato mi è preso un colpo: ERANO UN QUANTITATIVO ESAGERATO!!!!

La struttura di ogni singolo petalo è fatta con del filo di ferro rivestito con una pellicola argentata e tutti i fiori li ho voluti solo bianchi.


Siccome sono un caso disperato, ma voi creative potete capirmi, non ho voluto nemmeno i cestini pronti, ma con le mie manine sante e le palettine di legno li ho costruiti tutti. Ne ho fatti di misure diverse, perchè oltre che per i centro tavola mi sono serviti anche per i gadget per la cerimonia.


La spugna per fiori, quella classica verde da fioraio, per non farla vedere l'ho rivestita con dei tutù banchi e lilla (ricordo che la lillosità perfetta è stata il colore che ho scelto per confezionare tutto).


Non contenta di tutto questo ho voluto aggiungere dei filini di perle, che..... ovviamente ho dovuto modificare, perchè sulle punte di ciascuno ho incollato due micro cuoricini bigshottati in bazzill bianco. Per quanto riguarda i cuoricini, il Marito ha fatto il controllo qualità del lavoro... è stato così carino da segnalarmi quelli che ho incollato storti e... che ovviamente ho rifatto!!!! O_O


Inomma giusto per darvi due numeri ho preparato più di 2000 petali (poi ho smesso di contare), 500 palette di legno di varia misura, 300 cuoricini bigshottati, 20 metri di tulle bianco e altrettanti lilla e 500 metri di raso e organza (questi non solo per i cestini un po' per tutto).

E questi sono il risultato delle mie fatiche!!!!

Lato A, con il fiocco cucito perchè altrimenti non sarebbe stato bello ciccioso come lo volevo.


Il lato B del cestino.


E una vista dall'alto.

Mentre questo è stato il centro tavola sposi al quale ho aggiunto le scritte Mr&Mrs in legno bianco.


Come al solito mio le mie foto fanno abbastanza schifo... ma pazienza restano comunque un ricordo bellissimo!!!

Bene Erni... questo è solo il secondo round. I fiori che ho fatto non sono tutti qui... molti li ho usati per decorare le cassettine di legno grezzo che contenevano le bomboniere, le wedding bag con i regalini per i miei testimoni e i pensierini per i nostri genitori... insomma... ho lavorato per mesi!!

Ti aspetto per il prossimo wedding tour ;)

domenica 14 ottobre 2018

Mondo creativo: mi sono sposata!!! Le partecipazioni

Ciao Erni!!!
Quanto tempo che non ci si sente!!!

In tutto questo tempo sono stata impegnata a preparare il mio matrimonio. Tutto questo periodo è stato emozionante, esaltante, snervante e stancante... ma alla fine la felicità ci ha ripagato di tutto!!

Come ben sai una "creativa" non accetta compromessi su nulla e.... inutile dire che ho voluto fare tutto da me!!

Ora che tutto è passato sono felice della mia scelta, ma durante tutti i mesi scorsi spesso ho pensato "ma chi me l'ha fatto fare!!!", ma... tienilo per te.... non lo ammetterò mai con nessuno ;)

Per poco meno di un anno nastri di raso e organza, timbri, tamponi e polveri per l'embossing, fil di ferro e nylon, Bigshot e Silhouette Curio sono stati i miei migliori amici!!!

Curioso di vedere cosa ho combinato? e allora... cominciamo dalle partecipazioni!!!!

L'idea di come le volevamo è stata ben chiara fin dal principio, il problema è stata la realizzazione del primo prototipo... il blocco totale!!!!

Dopo  un sacco di prove, abbastanza soddisfatta, mostro il primo prototipo al ormai Neo Marito. Lui in forte imbarazzo, probabilmente per non farmi rimanere male, ha detto solo: tu sai fare di meglio. Non ti dico come sono sprofondata nella profondità più profonda degli abissi: la vera sfida è iniziata in quel momento!!

Dopo averla comprata e lasciata sul tavolino a fare la muffa per quasi due anni, ho imparato a usare bene il software della Silly, quindi ora Studio non ha più segreti e posso affermare che gli strumenti per l'embossing della Curio sono stratosferici e li amo alla follia!!! anche se ho inventato un loro utilizzo tutto mio, perchè come andrebbe usata a me il risultato non piace per nulla :D

Ho disegnato le bustine, messo insieme i testi, ideato come tagliarli, impostato le righe di piega e preparato tutti i file embossati e perso ore per le impostazioni di taglio ed embossing... ma alla fine la partecipazione era lei... in tutto e per tutto uguale a come me l'ero immaginata e piaceva pure al Futuro Marito!!!

E via con la vera e propria produzione!! Se impostata bene Curio ti salva davvero la vita!!!


Tutte le buste delle partecipazioni sono state forate per passare un nastrino che fungeva anche da chiusura. Io adoro i fiocchetti e quindi ogni busta l'ho chiusa con un fiocco. (Ora vi sfido a fare su una busta un fiocco dritto e perfetto!!)


La busta delle partecipazioni presentava due parti embossate: sul fronte una scritta Love tutta piena di cuoricini e sul retro il nome ogni invitato.


Inviti e partecipazioni erano praticamente identici, quel che variava era la numerosità dei fogli al loro interno: uno annunciava il nostro matrimonio, uno invitava alla festa e il terzo ringraziava tutti e indicava il nostro wedding site.

Non so quante ne ho stampate, le abbiamo ideate come biglietti aerei, con tanto di tratteggi per strappare le varie parti tipo il save the date, oppure i numeri di telefono piuttosto che il nostro sito e i codici a barre che indicavano la data del matrimonio.

Tutte le parti e ho fermate con un fermaglio che ho tagliato con Curio e poi embossato a caldo con la polvere per embossing. Non chiedetemi quanti ne ho embossati... erano davvero tanti!!!! (la foto è solo una parte... O_O )


Anche ogni singola parteciazione l'ho embossata a caldo, utilizzando fiori e foglie del sacro timbro di Karine, timbro che ho usato per decorare tutto quello che non è stato impreziosito da qualche dettaglio fatto con la Curio.

Che ne dici... questo blocchetto di fogli da timbrare in 3 punti diversi non fa paura?? (e non erano nemmeno tutti!!!)


Il risultato però mi ha reso molto soddisfatta del mio lavoro e questo è il risultato finale....


Retro con i nomi incisi con Curio


Effetto della bustina appena aperta

Interni: questo è il primo foglio, che era la parte comune a tutti gli inviti, dietro seguivano gli altri alcuni con dei dettagli i rilievo,come ad esempio la scritta con il timbro prenotato per il ristorante che ho incollato in un secondo momento.
Le timbrate sono state fatte seguendo il mio estro del momento, quindi ogni partecipazione nel suo piccolo è unica.

Questo è solo l'inizio mio caro Erni.... nei prossimi giorni ti farò vedere dove la  mia follia mi ha portata... alla prossima!!!

martedì 19 dicembre 2017

Calendario come regalo di natale

Ciao Erni!!

Anche quest anno abbiamo festeggiato il Natale su Scrappiamo Insieme organizzando uno swap. 

Dovevamo confezionare un calendario da tavolo/parete/scrivania per il nostro abbinato, badando di non usare un colore non gradito e prevedendo lo spazio per inserire almeno una fotografia formato instangram.

Il tema del calendario non doveva essere natalizio, ma la scatola con cui doveva essere confezionato si.

La mia nuova Amica Swappina  l'ho immaginata come una donna in carriera che ha assolutamente bisogno di un planner per la scrivania su cui segnare gli appuntamenti.... in realtà è una creativa dolcissima e completamente diversa da quello che ho immaginato dopo le prime battute e credo molto più affine a me e al mio mondo :) e questo è quello che ho realizzato per lei.

Per la scatola ho usato la carta di Creative Studio, che adoro e che dovrò riassortire perchè fa proprio una bella figura in tutte le salse, un timbro digitale Glimps fronte e retro che ho colorato con le Prismacolor e delle fustellate.



Per le fotografie ho creato una stasca sulla copertina del calendario in cui ho infilato alcune Gorjuss che ho colorato con gli Spectrum Noir e delle cornici su cui applicare le fotografie con dei sentiment  di Florileges e kesi'art timbrati sia sul cartoncino sia sul vellum.


L'interno è molto semplice, un planner A4 con delle caselle belle grosse per scrivere in velocità mentre è al telefono.... certo che la mia fantasia galoppa eh??!!!

Spero che il mio progetto ti piaccia... a presto :)

mercoledì 11 ottobre 2017

Un ricettario "estivo"

Ciao Erni, continuo con la carrellata di lavori che ho fatto durante il mio periodo di clausura di questa estate. Dirai "eh ma come ancora non me li hai fatti vedere tutti??" ehm.. no... non li hai ancora visti tutti ma sai che io sono lenta nel riportare tutte queste cose :)

Oggi ti voglio far vedere cosa ho confezionato per uno swap di Scrappiamo Insieme, in realtà non dovevo partecipare, ma poi ho preso il posto di un'altra persona che non ha potuto concludere il gioco.


Si doveva fare un ricettario, io ho creato un file con photoshop per le pagine, l'ho stampato non so quante volte, tagliato i fogli a metà e poi ripiegati.
La rilegatura l'ho fatta con del twine, cucendo le pagine assieme e allo stesso tempo alla copertina.


Ho ricoperto tutta la struttura con della carta della SwirlCards.


L'etichetta rotonda del titolo ricettario ( Antipasti, Primi, Secondi, Contorni) l'ho disegnata con Studio della Silly e realizzata con il print&cut. La base dell'etichetta è invece una fustella della sizzix.

I dettagli interni invece li ho realizzati con una fustellata della Coppia Creativa per le piccole tag su cui attaccare le foto dei piatti preferiti.


Le timbrate sono invece della Kesi'art.


Mentre gli abbellimenti, attacca e stacca, sparsi qua e là li ho stampati e colorati con le Prismacolor.


Sul piccolo blocchetto per gli appunti, invece, ho attaccato una fustellata della Lawn Fawn.



Con questo progetto partecipo al challenge di ottobre della Coppia Creativa

mercoledì 6 settembre 2017

Il vecchio e il nuovo: distress ink e oxide

Ciao Erni,
oggi volevo mostrarti una tag colorata con i Distress.

Per lo sfondo ho usato gli Oxide, ho sfumato un Bazzill bianco con quattro colori worn lipstick, faded jeans, wilted violet e fossilized amber.

Dopo aver passato il colore, con la Bigshot ho ritagliato una tag che ho decorato usando delle fustelle della lawn fawn, che si chiamano stitched trails con le quali si sono impressi sul foglio dei cuoricini tratteggiati che simulano il volo della fatina.  
Poi ho bagnato una mano e lanciato delle gocce d'acqua sulla carta che hanno fatto apparire l'effetto ossidato sugli oxide.


Il timbro della fatina è della LOTV e l'ho colorato con i Distress INK usando i colori tattered rose, vintage photo e walnut stain.

Sovrapponendo le due colorazioni si vede molto bene l'effetto diverso delle due pigmentazioni. 

Dire quale dei due sia il migliore è difficile, sono due cose totalmente diverse... tuttavia con gli Oxide non sono riuscita a colorare il timbro... invece di sfumarsi il colore si ossida e diventa molto opaco.

Alla prossima!!

domenica 3 settembre 2017

....e finalmente proviamoli questi Oxide!!!

Ciao Erni finalmente mi sono messa un po' all'opera... anche se per fare un progettino molto semplice come quello che ti sto per mostrare ci metto giorni.... :(

Ho provato a usare i Distress Oxide... li ho impiegati per crearmi uno sfondo molto semplice usando uno stencil.

Ho usato della carta per acquarello da 300 g, quindi piuttosto spessa e rigida. Ho tamponato e sfumato in modo irregolare tutto il foglio con il colore più chiaro, un giallino senapino e poi usando uno piccolo stencil e un arancio ho riempito il foglio di stelle.

Non volevo ricordare un cielo stellato ma solo usare lo stencil con le stelline, per questo motivo ho scelto questi colori caldi e vivaci: Distress Oxide fossilizer amber e spice marmalade.

Con al fustella della Lawn Fawn Small Stitched Envelope e la fidata BigShot ho ritagliato questa bustina e il fustellato da inserire al suo interno. Quest ultimo l'ho tagliato due volte.

Tutti i bordi dei fustellati li ho scuriti con il Distress Oxide vintage photo.

La fustellata traccia già le righe di piega, ma io ho preferito tracciarne una seconda parallela a un paio di millimetri per creare una bustina spessorata.. Per tracciare questa riga ho usato un bulino e la traccia in cui passa di solito la lama della mia tagliarina della Fiskars.

I due fustellati per creare il foglietto interno e i lati della bustina li ho incollati con la colla Tacky Glue ben stesa.

Una volta incollati i due fustellati ho segnato con la punta del bulino due punti sulla carta a 2 cm dalle estremità.

Usando la Bigbite ho forato con il forellino più piccolo proprio in prossimità dei due segni appena tracciati.

Nei fori ho fatto passare un pezzetto di twine giallo che ho sporcato sempre con il Distress Oxide vintage photo.

Al centro del foglietto ho incollato una timbrata della Kesi'art usando sempre un tampone Distress Oxide: fired brick.

Sempre nel set di fustelle della Lawn Fawn ci sono delle scritte molto carine, una di queste l'ho fustellata per tre volte usando i pezzi del foglio d'acquarello avanzati. Le tre fustellate poi le ho incollate una sopra l'altra per ottenere una scritta in rilievo che ho colorato con il Distress Oxide spice marmalade.

I piccoli dettagli delle fusellate rimasti (sempre dello stesso set), come ad esempio il cuoricino li ho usati per aggiungere dei dettagli alla bustina.

Infine ho incollato la scritta sulla chiusura della busta dalla parte esterna e ho chiuso il tutto con un altro pezzetto di twine giallo.

Infine la bustina l'ho infilata sotto il cuscino del Gu....

Per quanto riguarda gli Oxide, non ho ancora sperimentato le loro grandi potenzialità ma già così "a secco" ho comunque apprezzato l'intensità del colore e la possibilità di usarli per timbrare ottenendo una stampa nitida e piena.
Per quanto riguarda la sfumatura il colore si lavora con molta facilità quindi sono molto contenta dell'acquisto fatto.

I Distress Oxide, le fustelle della Lawn Fawn, colle, attrezzi e tutto quello che ho usato per creare questa bustina  li ho trovati da Hobby and Fun, dove come membro di Scrappiamo Insieme si può beneficiare dello sconto gruppo.

Erni, spero che il mio micro progettino ti sia piaciuto... prometto di non abbandonarti per tanto tempo e di ritornare qui al più presto!!